IL PORTALE DELL’INTEGRAZIONE

Nel contesto del Piano per l’integrazione nella sicurezza Identità e Incontro, approvato nel 2010 dal Consiglio dei Ministri allo scopo di promuovere percorsi di integrazione delle persone immigrate, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) hanno stipulato apposita Convenzione Quadro per l’implementazione del “Portale dell’Integrazione”, quale luogo di raccolta e scambio di buone pratiche promosse a livello territoriale.

Il progetto ha previsto l’elaborazione, la condivisione e la sperimentazione di un modello di intervento per l’integrazione delle persone migranti, con particolare riferimento alle famiglie e ai ragazzi nel processo di inserimento nei circuiti ordinari di istruzione e formazione, e di inserimento lavorativo, che consenta l’applicazione sistemica dei metodi e degli strumenti in grado di incrementare l’efficacia e l’efficienza dei servizi pubblici.

Sono state inoltre concepite azioni sperimentali nei municipi di Roma volte a facilitare:

  1. l’integrazione scolastica dei giovani migranti nei circuiti di istruzione e formazione, prevenendo fenomeni di abbandono scolastico e operando per recuperare le situazioni maggiormente a rischio;
  2. esperienze formative e di tirocinio, anche secondo la tipologia della “formazione on the job”;
  3. la sperimentazione di un portale web in grado di incrementare la qualità dell’interazione “tra” e “con” le organizzazioni amministrative.

Nell’ambito del progetto è stata prevista l’azione denominata “I LOVE MACRO”, sperimentazione della nuova figura del “mediatore culturale d’arte” attraverso un’esperienza formativa “learning by doing” in grado di intrecciare intermediazione linguistico-culturale e accesso consapevole alla fruizione artistica. La presenza di mediatori è stata prevista presso la sede museale del MACRO per favorire l’avvicinamento all’arte e considerare il Museo un luogo d’incontro e di scambio interculturale.