BETEL

Una casa d’accoglienza per sostenere nuclei madre-bambino

La Casa d’Accoglienza “Betel” si trova nel VI Municipio di Roma in via Valle Alessandra, 46. L’appartamento è uno dei beni confiscati alla criminalità e assegnati da Roma Capitale alla Fondazione per realizzare progetti di inclusione sociale delle persone vulnerabili.

Betel è gestita dall’Associazione di Volontariato Ain Karim per rispondere alle esigenze specifiche dei nuclei madre-bambino in condizioni di disagio economico e/o di esperienze di violenza e solitudine.

Betel offre in un ambiente confortevole e dal clima familiare, oltre ad una opportunità alloggiativa per un massimo di sei nuclei, interventi di sostegno psicologico alle donne e un aiuto concreto alla cura del minore, fino all’accompagnamento delle stesse verso percorsi di autonomia.

Betel restituisce dignità a queste mamme spesso  soffocate  da  relazioni  distruttive o vissuti di sofferenza e le accompagna verso il “mondo esterno” supportandole nella ricerca di un lavoro dignitoso, di una casa e cercando di ricucire rapporti familiari e amicali utili a costruire una rete di sostegno. I bambini frequentano le scuole del quartiere, fanno attività sportive secondo le loro passioni e frequentano spazi di aggregazione territoriale. Il progetto – avvalendosi di un’équipe educativa formata da educatori, psicologi e assistente sociale – garantisce interventi multidisciplinari e fornisce anche assistenza sanitaria.

L’esperienza di questi anni si configura come iniziativa virtuosa volta a sostenere processi di integrazione di soggetti in condizione di vulnerabilità sociale.

Roma Solidale svolge funzione di monitoraggio e garanzia istituzionale del funzionamento del progetto in relazione agli obiettivi condivisi.