Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica

AGRIS – AgriCulture Innovazione e Sviluppo locale

AGRIS è un sistema progettuale sperimentale promosso dalla Fondazione Roma Solidale onlus in collaborazione con Roma Capitale – Dipartimento Promozione dei Servizi Sociali e della Salute e Dipartimento Tutela Ambiente e del Verde – Protezione Civile – U.O. Agricoltura, teso a valorizzare la peculiarità del territorio romano e regionale nell’ambito della filiera agricola e agroalimentare, al fine di sperimentare percorsi innovativi di inserimento lavorativo a beneficio di tutti i cittadini e le cittadine in stato di vulnerabilità, così come indicato dalla normativa europea nel  Regolamento CE n. 2204 del 2002 (e Reg. CE 800/2008), con particolare riferimento ai/alle cittadini/e migranti e alle persone con disabilità.

Roma è tra i più grandi comuni agricoli d’Europa, oltre ad essere la città europea più verde; è inoltre il primo polo agroalimentare al mondo, in quanto sede delle principali organizzazioni delle Nazioni Unite che si occupano di sicurezza alimentare, agricoltura e sviluppo sostenibile come l’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), il Programma Alimentare Mondiale (WFP) e il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD).

In questo senso, nel quadro dell’Agenda Europea 2020 ed in coerenza con i cambiamenti legislativi datati 2001 che hanno introdotto la logica della multifunzionalità nei contesti agricoli e agroalimentari, AGRIS mira a connettere il mondo delle aziende agricole con quello del sociale, promuovendo e implementando azioni di agricoltura sociale ed inserimento lavorativo a valenza inclusiva e riabilitativa.

 

SOFIIA 3 – Sostegno, Orientamento, Formazione, Imprenditoria per Immigrati in Agricoltura

Il 19 dicembre 2014, nel contesto del programma AGRIS, Fondazione Roma Solidale onlus, insieme a Programma Integra e Agricoltura Capodarco, ha costituito un’Associazione Temporanea di Scopo per la gestione del progetto “SOFIIA 3 – Sostegno, Orientamento, Formazione, Imprenditoria per Immigrati in Agricoltura”.

SOFIIA 3 coinvolge 600 migranti in azioni di informazione, orientamento e sostegno alla creazione d’impresa agricola e agroalimentare, e in un corso di formazione su tematiche relative alla gestione d’impresa agricola e sulla cittadinanza attiva, allo scopo di sviluppare capacità e comportamenti manageriali coerenti con il contesto agro-alimentare di riferimento, promuovendo la consapevolezza dei propri diritti/doveri di cittadine/i e la conoscenza dei servizi e delle risorse del territorio.

Nello specifico, nel corso del 2015 il progetto opererà su tutto il territorio regionale del Lazio grazie al sostegno dell’UE, del Ministero dell’Interno, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, per il tramite del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di paesi terzi 2007 – 2013, Priorità 1 “Attuazione di azioni destinate ad applicare i principi fondamentali comuni della politica di integrazione degli immigrati nell’UE” – Azione 2 “Orientamento al lavoro e sostegno all’occupabilità”. 

Il progetto si colloca all’interno del percorso di integrazione dei Cittadini di Paesi terzi promosso dall’Unione Europea al fine di rispondere a concrete esigenze di integrazione considerando l’occupabilità una premessa a sostegno dell’inserimento sociale.