Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica


Divercity – Persone, idee, spazi dentro la città

Divercity è un’attività istituzionale di Fondazione Roma Solidale nata per focalizzare l’attenzione della comunità sui temi sociali e sensibilizzare i cittadini romani in merito alla necessità di attivare nuovi processi di convivenza positiva e impegno attivo verso le nuove vulnerabilità.

Divercity è un appuntamento stabile per la città, le organizzazioni, le famiglie, i cittadini e le cittadine, luogo dove condividere scelte, costruire percorsi finalizzati al ridisegno di nuovi scenari e visioni riguardanti le fragilità. Guardare alle città diverse non alle diversità presenti in città, è l’elemento costituente di Divercity.

Obiettivo centrale è la promozione del protagonismo delle persone di cui si occupano programmi e servizi, allo stesso tempo coinvolgendo attivamente, finanche in forma ludica e leggera, quei cittadini e le cittadine che oggi vivono distrattamente l’evolversi dei fenomeni di disagio sociale e che sempre più si troveranno ad interagire con una realtà via via più complessa e articolata, che chiamerà ognuno di noi ad avere ruolo attivo nei nuovi processi di coesione sociale e sostenibilità programmatica.

Divercity è giardino e spazio espositivo, terrazza sul “Passetto” e spazio permanente per mostre fotografiche, luogo attrezzato anche in televideo conferenza dove realizzare incontri e iniziative culturali, quali presentazioni di libri e proiezioni cinematografiche, ricerche e momenti di confronto aperti ai cittadini.

I Edizione 2013

Foto I Edizione

Comunicato stampa I Edizione

II Edizione 2013

Foto II Edizione

Comunicato stampa II Edizione

Nel contesto di “Divercity – Persone, idee, spazi dentro la città”, sabato 28 e domenica 29 marzo 2015, presso la sede della Fondazione Roma Solidale onlus, si è tenuta la performance teatrale “Shakespeare a Borgo – Dalla capitale dei vizi ai vizi capitali“.

Fondazione Roma Solidale onlus si è mossa in questo nuovo scenario attraverso la promozione e la generazione di incontri tra persone ed esperienze all’interno di contesti fisici aperti che permettano a tutti e a ciascuno di scoprire e forse di riscoprire il desiderio di conoscere e conoscersi fuori dai concetti tradizionali di luogo e spazio.

La performance “Shakespeare a Borgo – Dalla capitale dei vizi ai vizi capitali” è un viaggio metafisico che guida lo spettatore attraverso i labirinti dell’animo umano. Per farlo si serve della fugace magia del teatro ed esplora, in un modo inconsueto e innovativo, i personaggi più belli che abitano le opere di Shakespeare,  perché le relazioni e le emozioni positive rappresentano oggi la nuova prospettiva di un “Sociale” evoluto che guarda al benessere complessivo delle persone indipendentemente dalla loro condizione soggettiva.